Consiglio di Stato, Sez. VI^ – Sentenza 28 settembre 2011, n.5406

Consiglio di Stato, Sez. VI^ – Sentenza 28 settembre 2011, n.5406

Gare di appalto: il recesso della mandante dal raggruppamento di imprese (ATI) non esclude la necessità del controllo dei requisiti di partecipazione in capo a tutti i componenti originari del raggruppamento costituendo. 

 

Massima della sentenza.  Il recesso dell’impresa componente di un raggruppamento nel corso della procedura di gara non vale a sanare ex post una situazione di preclusione all’ammissione alla procedura sussistente al momento dell’offerta in ragione della sussistenza di cause di esclusione riguardanti il soggetto recedente. Diversamente, ritenendo precluso il controllo sui requisiti di ammissione delle imprese recedenti, si consentirebbe l’elusione delle prescrizioni legali che impongono il possesso dei requisiti stessi in capo ai soggetti originariamente facenti parte del raggruppamento all’atto della scadenza dei termini per la presentazione delle domande di partecipazione.
Non sussiste il requisito della regolarità fiscale in presenza di violazioni definitivamente accertate in ragione dell’emissione di avvisi di accertamento non tempestivamente contestati in sede giudiziale, per i quali il beneficio della rateizzazione è stato chiesto o concesso dopo il momento rilevante dato dalla scadenza dei termini per la presentazione delle offerte.

Ricorre la causa di esclusione di cui all’art. 38, lett. c), d.lgs. n. 163 del 2006, ove manchi la dichiarazione, da parte del legale rappresentante della società in esame, di un precedente penale relativo al reato contravvenzionale previsto dagli artt. 8 e 26 della legge 977 del 1966, in relazione alla violazione di norme in materia di condizioni di lavoro dei minori. La mancata dichiarazione impedisce il controllo dell’amministrazione sulla rilevanza e sulla gravità del fatto di reato mentre l’intervento della dichiarazione giudiziale di estinzione, ex artt. 460 e 676 c.p.p., non vale a sanare la violazione dell’obbligo di dichiarazione ed il difetto sostanziale del requisito da apprezzare al momento della scadenza del termine di presentazione delle offerte.

 

Consulta

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>